Ultima modifica: 23 Luglio 2019

chi siamo

Lo sviluppo dell’intelligenza generale richiede di legare

il suo esercizio al dubbio, lievito di ogni attività critica,

che, come indica Juan de Mairena, permette di

“ripensare il pensato”, ma comporta

anche “il dubbio del suo stesso dubbio” 

Edgar Morin-La testa ben fatta- Riforma dell’insegnamento e riforma del pensiero

(1999)

L’Istituto ‘P. Mattarella – D. Dolci’ costituisce un sicuro punto di riferimento formativo all’interno di un comprensorio territoriale ampio e diversificato. L’offerta formativa, in virtù della presenza di sei indirizzi di studio diversi, è ampia e si propone l’obiettivo di soddisfare gli interessi culturali, le attese lavorative degli studenti e le esigenze che provengono dal mondo del lavoro, non solo del territorio che abbraccia i comuni di Castellammare del Golfo e di Alcamo, su cui l’istituto insiste, ma anche dei paesi limitrofi.

L’Istituto si propone nel territorio come partner di un sistema educativo integrato, che declina l’esperienza formativa in una molteplicità di contesti, coniugando, citando Frabboni, contesti educativi formali, di educazione istituzionalizzata (la stessa scuola insieme all’ università), contesti educativi non formali, intesi come luoghi di aggregazione intenzionalmente educativi, ma le cui esperienze educative non sono “certificabili” (associazioni culturali del territorio), contesti educativi informali, tra i quali si annoverano tutti i luoghi di esperienza del soggetto, dalla piazza (reale o virtuale) al piu generale “mercato formativo” “non intenzionalmente” educativo, quello dei media e dei social media, ma che si cerca di controllare e di “mettere al servizio” attraverso un’attenta educazione legata allo sviluppo degli strumenti del pensiero critico. Missione della scuola è infatti la capacità di sviluppare nei nostri giovani studenti una coscienza critica che possa consentire un approccio consapevole ed una partecipazione attiva, e non subita, ad una società in continua trasformazione e profondamente complessa, di stimolare curiosità e motivazione, in una perfetta sintesi tra sapere e saper fare che diventa competenza e capacità di sapersi continuamente adattare al cambiamento, sviluppando e sollecitando un concetto di life-long-learning, intesa come capacità di imparare durante l’intero arco della vita e continuamente adattiva.

Il punto di partenza del processo educativo che la scuola va strutturando è pensato all’interno di un sistema educativo locale, regionale, nazionale ed internazionale, con con l’obiettivo dell’attuazione di un modello formativo caratterizzato dall’integrazione e dal raccordo dei vari luoghi istituzionali e culturali dell’educazione, all’interno del quale, nella comunione di intenti e in un processo di costante interazione, ogni agenzia mantenga la propria specificità formativa, a partire da progetti formativi negoziati, condivisi, tali da poter essere portati avanti grazie ad una azione sinergica.

L’ambiente e il territorio tutto contribuiscono alla formazione, secondo F. Frabboni, di una “aula didattica decentrata”, che offre una vasta gamma di possibilità formative in un progetto di formazione che parte dai bisogni della comunità e li utilizza per realizzare obiettivi di reale cambiamento ed autentica risorsa educativa.

Frequenti sono quindi rapporti di sinergica collaborazione con tutti gli stakeholders del territorio a diverso titolo coinvolti nel processo di formazione, dalle Università ai centri di ricerca, dalla associazioni culturali e quelle di categoria professionale, dalle aziende pubbliche e private per attività di formazione in senso lato o specifiche all’indirizzo professionale ed Alternanza scuola lavoro, nella logica che soltanto attraverso il dialogo tra i diversi soggetti si possa costruire un autentico percorso di formazione e crescita.

Ad oggi, l’Istituto annovera:

-Liceo Classico/Cambridge International School

-Tecnico- Settore Economico- Turismo/EsaBac Techno

-Tecnico- Settore Tecnologico- Trasporti e Logistica CAIM

-Tecnico- Settore Tecnologico-Chimica, Materiali e Biotecnologie con articolazione ambientale e sanitaria -Professionale- Settore Servizi – Agricoltura, sviluppo rurale e valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane

-Professionale- Settore Industria e Artigianato- IPAE, Manutenzione ed assistenza tecnica.

L’istituto ha l’obiettivo di presentarsi al territorio secondo una logica di modernità ed internazionalizzazione e si è accreditato negli ultimi anni come Istituto Cambridge International. Non a caso l’offerta formativa degli ultimi anni si è ampliata per accogliere esigenze varie e diverse. A Castellammare l’indirizzo Tecnico Trasporti e logistica, Conduzione del mezzo navale- CAIM, è nato ad esempio per l’esigenza di soddisfare i fabbisogni di un territorio di cultura profondamente marittima, attraverso un solido reimpianto del curricolo specifico, che si sostanzia di un percorso di qualità certificata, Formazione marittima 4.0, che viene guidata a livello nazionale dal MIUR in collaborazione con il MIT. Il potenziamento, sempre per la sede di Castellammare del Golfo dell’indirizzo Tecnico Turismo con progetto Esabac Techno, è servito ancora , negli ultimi anni, a dare il senso di un percorso di approfondimento linguistico che va sempre di più nella direzione dell’internazionalizzazione, con la possibilità di acquisire attraverso un triennio specifico di formazione dedicata, il duplice diploma EsaBac, istituito nell’ambito della cooperazione educativa tra l’Italia e la Francia, grazie all’Accordo tra i due Ministeri sottoscritto il 24 febbraio 2009, con il quale la Francia e l’Italia promuovono nel loro sistema scolastico un percorso bilingue triennale del secondo ciclo di istruzione che permette di conseguire simultaneamente il diploma di Esame di Stato e il Baccalauréat. Per lo stesso motivo viene dato grande spazio, all’interno del percorso di formazione linguistica del triennio dell’indirizzo , alle lingue comunitarie, inglese, francese, spagnolo e tedesco, che permetteranno ai nostri studenti di immettersi, nello specifico campo professionale legato al turismo, con indiscusse competenze linguistiche. Uno spazio di innovazione e cambiamento ha riguardato negli ultimi anni anche l’indirizzo Liceo Classico, che non solo si è arricchito di due ore aggiuntive, in ossequio alla quota di autonomia prevista , di due ore aggiuntive di Diritto nel biennio del Liceo classico, ma anche del percorso di sperimentazione Cambridge international, che di fatto consente al nostro liceo la possibilità di rilanciarsi sul piano della modernità, pur innescata nello zoccolo duro delle sue solide competenze tradizionali. I cambiamenti hanno tenuto conto delle necessità del territorio , le sue esigenze di formazione e lavoro, ma anche di esigenze logistiche e di costi legati alla gestione delle sedi. Così, nel caso specifico, l’indirizzo professionale IPAE- manutenzione e macchine, è stato trasferito da Calatafimi a Castellammare del Golfo, dove l’incremento delle iscrizioni, ferme, nel precedente comune, ad una fase di stallo, ha dato ragione alle decisione presa. Trasformazioni sono avvenute, nell’ambito della sede di Alcamo, anche per gli altri due indirizzi, quello professionale Servizi per l’agricoltura, divenuto a seguito della Riforma dei professionali, Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane, ma anche dell’indirizzo Tecnico Chimica, materiali e biotecnologie , che si è arricchito, a partire dal triennio, di una nuova articolazione, quella sanitaria, che affianca quella ambientale preesistente.

L’istituto è inoltre Scuola Cisco, il che, nell’ ambito del networking, costituisce un indubbio valore aggiunto per accedere e per distinguersi nel mondo del lavoro dell’Information and Communication Technology.

La scuola possiede due aziende agrarie: una a Castellammare e un’altra nella zona di Salemi. Esse costituiscono un punto di forza nella gestione della formazione degli studenti della sede di Alcamo per l’indirizzo Professionale Agricoltura e Sviluppo Rurale.

Mission

Mission

Il nostro istituto si propone di sviluppare nei nostri giovani studenti una coscienza critica che possa consentire un approccio consapevole ed una partecipazione attiva, e non subita, ad una società in continua trasformazione e profondamente complessa, di stimolare curiosità e motivazione, in una perfetta sintesi tra sapere e saper fare che diventa competenza e capacità di sapersi continuamente adattare al cambiamento, sviluppando e sollecitando un concetto di life-long-lerning, intesa come capacità di imparare durante l’intero arco della vita.